Massaggio

Il Massaggio Fisioterapico rappresenta un trattamento molto valido nel campo delle algie Vertebrali, purché sia effettuato da mani esperte che conoscano in maniera approfondita le varie patologie e le eventuali controindicazioni  derivanti da un massaggio mal eseguito o non opportuno in una determinata fase del percorso riabilitativo.

Talvolta viene sottovalutato o comunque messo in secondo ordine in quanto si tende a focalizzare l’attenzione nei confronti del recupero articolare, o comunque un recupero attivo dell’affezione traumatica.

Esistono moltissimi tipi di massaggio fisioterapico, e le manovre corrette sono spesso frutto di tanta esperienza. Il bravo massaggiatore esegue le varie manovre miscelandole, in base alla propria esperienza e in base al tessuto muscolare che “Trova” sotto le sue mani. La mano del terapista deve stabilire una sorta di “dialogo” tra mano e muscolo del paziente. Le manovre sedative sono sempre lente e progressive, e sono associate ad uno stiramento delle masse muscolari contratte , e ad una mobilizzazione del tessuto nel senso del non dolore.

Nei dolori di origine vertebrale, il massaggio permette di decentrare i muscoli paravertebrali e di trattare alcune manifestazioni cellulomialgiche di origine locale o di origine vertebrale.

Nel torcicollo o nelle lombalgie di origine muscolare il massaggio,purché non eseguito in fase acuta della sintomatologia, permette un trattamento tempestivo in grado di sciogliere la contrattura muscolare e donare un sollievo immediato tale spesso da far scomparire gran parte del dolore.

Spesso usiamo preparare la zona interessata con delle applicazioni di  luce Infrarosso, che tendono a riscaldare il tratto da trattare, e “ammorbidirlo” in modo da essere il più incisivi possibile, e per poter raggiungere il muscolo o la struttura interessata nel minor numero di sedute possibile.