Laser alta potenza

ll Laser emette fotoni (particelle del campo elettromagnetico) che vanno ad interagire con i tessuti apportando sia effetti termici che effetti fotochimici sull’organismo. Permette di selezionare e modulare queste attivita’ mediante un’emissione programmata di fotoni dotati della lunghezza d’onda desiderata: a determinate frequenze di utilizzo corrisponderanno determinati effetti biologici. Viene utilizzato in terapia fisica per gli effetti antalgici, antinfiammatori e biostimolanti indotti nei diversi tessuti dell’organismo. L’azione antalgica si realizza per mezzo dell’innalzamento della soglia di percezione delle terminazioni nervose dolorifiche e dalla liberazione di endorfine. L’applicazione del LASER AD ALTA POTENZA risulta particolarmente indicata nelle patologie di tipo infiammatorio, da sovraccarico funzionale o da traumatologia generale quali: artrosi, neuriti , tenosinoviti, tendiniti, borsiti, fasciti plantari, contratture, stiramenti e strappi muscolari, distorsioni, contusioni, metatarsalgie. Nelle artralgie di varia natura sia reumatica che degenerativa: epicondiliti, gonalgie, miositi, poliartriti, sciatalgie e lombalgie. Durante la riabilitazione motoria post-chirurgico, post-rimozione di gessature o fasciature rigide come antinfiammatorio. Per lo sportivo e’ importante ricorrere ad un trattamento laser immediato in caso di infiammazione per poter riprendere al piu’ presto la propria attivita’ per evitare che il problema diventi cronico-la tecar resta la regina in questi casi, ma e’fantastico poter usare in sinergia le due terapie. Spesso e’ consigliato un trattamento abbinato ad altre forme di terapia quali la tecar appunto, massaggio o rieducazione posturale per consentire una piu’ radicale risoluzione del problema. Esistono vari tipi di Laser. il Laser ad Alta Potenza, un apparato per laserterapia di nuova concezione. La laserterapia e’ indolore, non ha rischi e non e’ invasiva. Il trattamento viene eseguito dal terapista mediante applicazione sulla cute di un puntale che emette un fascio laser. Cio’ puo’ avvenire per punti o in modalita’ scansione (cioe’ viene fatto scorrere sulla cute). La modalita’ per punti e’ sicuramente piu’ efficace, anche perche’ e’ applicata dal terapista in relazione al decorso del dolore. Nel punto di contatto si percepisce solo una piacevolissima sensazione di calore.